di Mara Donchi

CHIPS DI PATATA DOLCE: FONTE DI FIBRE PREBIOTICHE ( tra le quali amido resistente) E PROBIOTICI

CHIPS DI PATATA DOLCE: FONTE DI FIBRE PREBIOTICHE ( tra le quali amido resistente)  E PROBIOTICI

 

Dopo avervi descritto come preparare la farina probiotica di platano, ricchissima di amido resistente, vi parlo di un altro modo per assumere amido resistente e altre fibre preziose: le chips di batata o patata dolce probiotiche.

Prima di passare alla lettura e realizzazione della ricetta, vi invito a leggere gli articoli  molto interessanti, dove spiego perche’l’amido resistente sia tanto benefico per noi, dove trovarlo e come ottenerlo👇🏻

TUTTO QUELLO CHE C’E DA SAPERE SULL’AMIDO RESISTENTE (RESISTANT STARCH, RS)

INTEGRATORI DI AMIDO RESISTENTE STRONG, PROBIOTICO E FAI DA TE: FARINA DI PLATANO

Come già’ vi ho detto più’ volte, assumere l’amido resistente, o altra fibra prebiotica, con un probiotico ne aumenta l’efficacia.

Da qui nasce  l’idea di creare un integratore naturalmente ricco di lattobacilli e fibre. Il procedimento, ognuno di voi, potra’ realizzarlo comodamente a casa con una spesa molto modesta.

Scegliete sempre prodotti bio, ove possibile.

Due sono i procedimenti che vi propongo oggi: la batata in salamoia e la batata con lo Starter 5, entrambe lattofermentazioni.

 

PRINCIPALI PROPRIETA’ DELLA BATATA

Prima di passare a descrivervi il procedimento, vi parlo delle proprietà’ della batata, una delle mie fonti preferite di carboidrati insieme al platano. Certo, perché’vorrei ricordarvi che i carboidrati non li trovate solo nei cereali!

La batata dolce e’ un tubero che può’ essere di pasta bianca o arancione, dal sapore piuttosto dolciastro che puo’ essere cucinata come una normale patata, ma che, rispetto a quest’ultima risulta molto meno problematica per coloro che hanno problematiche a carico del digerente. La patata, infatti, ha un’alta concentrazione di antinutrienti (saponine) che nella batata si riducono notevolmente. Di fatto e’ consigliabile comunque sempre cuocere la batata per annullare il potere di questi ultimi oppure, come vi propongo, fermentarla. La batata ha anche un indice glicemico più’ basso rispetto alla seconda.

La batata cruda ha importanti concentrazioni di vitamina A e C ( vitamine termolabili che si perdono con la cottura e si mantengono con la fermentazione), di potassio, manganese, rame e di fibre.

Molte proprieta’ sono contenute nella buccia. Se siete sicuri che il prodotto sia bio, potrete decidere di cucinarla insieme alla polpa.

Questo tubero e’ un ottimo prodotto locale e si trova a pasta bianca da agosto a dicembre e, fortunatamente, tutto l’anno quello a pasta arancione.

Personalmente ricavo, da questo vegetale, anche la farina che utilizzo negli impasti, in sostituzione dei vari amidi che si trovano in commercio.

 

PROCEDIMENTO 1

 

 

Ingredienti per 1 vasetto di chips da 300 ml

  • 200 grammi circa di batata (1 batata)
  • 1 spicchio d’aglio ( facoltativo)
  • 1 foglia di alloro
  • 125 ml di salamoia al 2% ( 125 ml di acqua privata di cloro con aggiunta di 2 grammi di sale integrale)
  • 50 ml di starter 5 ( o 50 ml di altra salamoia)

 

– Sbucciare la batata e sciacquarla con cura.

– Tagliare a fette piuttosto sottili e inserire nel vasetto precedentemente sterilizzato.

– Inserire gli aromi e coprire con il liquido. Inserire un pressello in plastica, per mantenere il vegetale sotto al liquido.

– Chiudere girando il tappo, senza sigillare. Inserire un piattino sotto al vasetto per raccogliere il liquido se dovesse uscire.

– Mettere a fermentare il vasetto in luogo, preferibilmente, buio e, sempre, lontano da fonti di calore.

– Sfiatare, aprendo poco il tappo, durante i primi giorni di fermentazine piu’ vivace.

– Chiudere bene, trascorsi i primi 4/5 giorni di fermentazione.

– Attendere dalle 3 alle 4 settimane e procedere separando  il liquido dalle fette di batata, senza sciacquare il vegetale.

 

 

– Distribuire sul vassoio dell’essiccatore le fette e impostare l’essiccatore a 45/50 gradi (temperatura RAW).

 

 

– Lasciare ad essiccare fino a che le fette saranno completamente secche. Indicativamente il processo richiederà 24 ore (il tempo dipende molto dallo spessore delle fette).

– Conservare il vasetto, chiuso, in luogo non umido, arieggiato e lontano da fonti di calore.

 

Farine probiotiche di Fermenti di Vita

Le chips possono essere gustate cosi’ o ridotte in farina.

 

Consumare le chips entro i 6  mesi.

 

Il mio consiglio e’ di preparare almeno due vasetti per volta ( un vasetto da 300 ml riempie un ripiano dell’essiccatore orizzontale).

 

PROCEDIMENTO 2

 

 

 

Ingredienti per un vasetto da 700 ml

  • 2 batate piccole
  • 350 ml di tibicos
  • 1 cucchiaio di miele non pastorizzato

– Sbucciare e sciacquare con cura la batata.

– Tagliare a pezzi grossolani la batata e inserire nel vasetto insieme al liquido e al miele. Mescolare con cura fino a completa scioglimento del dolcificante.

– Trascorsi 5/6 giorni di fermentazione, separare il liquido dalla batata, tagliando il vegetale a fette.

– Seguire il procedimento descritto sopra, per essiccare le chips di batata.

 

Se volete approfondire il metodo dello Starter 5 e scoprire come utilizzare il liquido, leggete  le indicazioni che trovate in questo articolo 👇🏻

METODO LIEVITANDO FDV N. 5 con verdura e frutta fermentata in Tibicos 🍌🥕🍞❤️

 

TUTTE LE MALATTIE HANNO ORIGINE  NELL’INTESTINO (IPPOCRATE).

L’ALIMENTAZIONE MODIFICA IL  TUO MICROBIOTA INTESTINALE.

L’ ALIMENTAZIONE E’LA CAUSA PRIMARIA DI TUTTE LE TUE MALATTIE.

 

È’ LA NATURA CHE TE LO CHIEDE:

Mangia Prega Vivi !

 

Attendo le vostre condivisioni nel gruppo Facebook

Fermenti di Vita, Cibo Vitale ME

https://www.facebook.com/groups/931137870365561/?ref=share

 

TUTTI I PROCEDIMENTI SONO UN’ESCLUSIVA DI FERMENTI DI VITA E PER RIPRODURLI O CONDIVIDERLI E’ NECESSARIO RIPORTARE IL LINK E CITARE LA FONTE.

Condividi!

Related Posts

SEMPLICEMENTE VERDURE LATTOFERMENTATE, secondo ME ♥︎🥦🍋🥒

SEMPLICEMENTE VERDURE LATTOFERMENTATE, secondo ME ♥︎🥦🍋🥒

  Tempo di preparazione: 1 ora e da 5 a  15  giorni per la fermentazione in vasetto. Difficolta’: bassa. Note sugli ingredienti Scegliere verdure di stagione. Si possono sottoporre a questo procedimento: cavoli, ravanelli, rape, zucchine, carote, daikon, cipolle, peperoni, cetrioli(queste le più comuni). Le […]

Condividi!
I Gemelli diversi: Maionese con kombucha vegana e classica

I Gemelli diversi: Maionese con kombucha vegana e classica

    La maionese di kombucha e’ una sana alternativa a quella acquistata al supermercato. Non solo e’ priva di conservanti, additivi, coloranti e grassi idrogenati ma e’ un ricco pro-prebiotico. Puo’essere abbinata a secondi piatti di pesce e carne o semplicemente può fare da […]

Condividi!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top