di Mara Donchi

RED SAUCE: SALSA ROSSA SENZA SOLANACEE, RICCA IN AMIDO RESISTENTE

RED SAUCE: SALSA ROSSA SENZA SOLANACEE, RICCA IN AMIDO RESISTENTE


Oggi vi propongo un deliziosa salsa dal colore rosso vivace, proprio come la comune salsa di pomodoro, condimento che, per l’alta concentrazione di solanacee, deve essere evitato da coloro che hanno intestini malandati e comunque utilizzato con parsimonia da tutti.

Grazie alla presenza di platano, cocoyam e batata, questapreparazione e’ ricchissima di amido resistente,  fibra con alto potere prebiotico, molto preziosa per noi.

Per mantenere l’amido resistente e’ necessario preparare la salsa, raffreddarla in frigorifero e gustarla a temperatura ambiente o riscaldarla a una temperatura non superiore di 50 gradi, perché non avvenga una rigelatinizzazione degli amidi.

Qui potete leggere l’articolo che spiega esattamente quali siano i notevoli benefici dell’amido resistente 👇🏻

TUTTO QUELLO CHE C’E DA SAPERE SULL’AMIDO RESISTENTE (RESISTANT STARCH, RS)

 

Qui puoi leggere il procedimento che descrive come preparare integratori di amido resistente, probiotici 👇🏻

INTEGRATORI DI AMIDO RESISTENTE STRONG, PROBIOTICO E FAI DA TE: FARINA DI PLATANO

INTEGRATORI PROBIOTICI DI AMIDO RESISTENTE: CHIPS DI PATATA DOLCE

 

La red sauce e’ ottima come accompagnamento di piatti di verdure, condimento per la pizza al cavolfiore e platano, gustata da sola come una vellutata o pure’ oppure usata come condimento di primi piatti. Ha una consistenza cremosa, molto simile alla classica passata di pomodoro.

 

Vi ricordo che, come pietanza ad alta concentrazione di carboidrati, e’ sconsigliato l’abbinamento a piatti proteici come carne, pesce o legumi, per non appesantire la digestione. Qui potete approfondire il discorso degli abbinamenti alimentari👇🏻

IMPARIAMO A COMBINARE I CIBI, SFRUTTANDONE LE SINERGIE ❤️

 

 

PROCEDIMENTO CON IL BIMBY

 

 

 

Ingredienti (calcolati i vegetali privati della buccia)

  • 180 grammi di barbabietola (1 piccola)
  • 170 grammi di cocoyam ( 2 piccole)
  • 200 grammi di platano ( 1 medio)
  • 440 grammi di batata (1 grande)
  • 450 ml di acqua o brodo di verdure o carne o pesce
  • origano qb
  • peperoncino qb ( facoltativo)
  • 1 cm di radice di curcuma
  • sale integrale qb

-Inserire tutti gli ingredienti nel boccale, dopo aver accuratamente lavato e tagliato pezzi le verdure e gli aromi.

-Far andare il Bimby per 30 minuti, velocità 1,5, temperatura 95 gradi.

 

 

-Al termine della cottura, frullare a velocità 10, per 30 secondi.

-Riporre la crema in un contenitore in vetro. Lasciare intiepidire e riporre  in frigorifero, per almeno 24 ore.

-Estrarre la crema dal frigorifero 2 ore prima di servire.

-E’ necessario gustare la pietanza a temperatura ambiente oppure riscaldarla con il Bimby, per qualche minuto, senza superare i 50 gradi.

Se si desiderasse una consistenza cremosa e meno compatta, aggiungere per 400 grammi di salsa 50/70 ml di brodo acqua a freddo. Azionare il Bimby per amalgamare la salsa al liquido, impostandolo a velocità 1, 50 gradi per circa 2 minuti ( fino al raggiungimento dei 50 gradi).

 

 

 

NOTE

Per chi non avesse il Bimby, o altro robot da cucina o Instant pot, e’ possibile utilizzare una pentola antiaderente, con coperchio e abbastanza capiente e un frullatore ad immersione.

Il platano (banana verde)  e il cocoyam (tubero) io li acquisto in negozio etnico. E’ possibile sostituire il cocoyam con altra batata dolce. Non consiglio la sostituzione del platano, in quanto e’ l’ingrediente con più’ alta concentrazione di amido resistente ed e’ quello che le conferisce la cremosita’.

Il fenomeno della gelatinizzazione consiste nella disorganizzazione dei granuli d’amido in ambiente acquoso, a un’idonea temperatura, tra 50 e 70°C a seconda dell’origine vegetale dell’amido, della presenza di sale e di condimento della pietanza. Riscaldare il prodotto ad medio-alte temperature, provoca una rigelatinizzazione dell’amido, con scissione delle molecole in glucosio e conseguente innalzamento della glicemia.

Per intestini malandati, l’amido resistente può’ provocare gonfiore, conseguente alla fermentazione dell’amido nel colon. Procedere per gradi, partendo da piccole dosi.

 

 

La crema così ottenuta potra’ sostituire brillantemente la salsa di pomodoro sulla vostra pizza SENZA ISTAMINA, di platano o manioca, ricordandovi di utilizzarla  riscaldandola non oltre i 50 gradi. Per ottenere l’effetto potenziato potrete preparare, come condimento, una mozzarella raw da kefir o probiotico vegetale.

 

TUTTE LE MALATTIE HANNO ORIGINE  NELL’INTESTINO( IPPOCRATE).

L’ALIMENTAZIONE MODIFICA IL  TUO MICROBIOTA INTESTINALE.

L’ ALIMENTAZIONE E’LA CAUSA PRIMARIA DI TUTTE LE TUE MALATTIE.

E’la Natura che te lo chiede:

Mangia Prega Vivi! 

Attendo le vostre condivisioni nel gruppo Facebook

Fermenti di Vita, Cibo Vitale ME

https://www.facebook.com/groups/931137870365561/?ref=share

TUTTI I PROCEDIMENTI DESCRITTI NEL SITO SONO DI PROPRIETA’ ESCLUSIVA DI FERMENTI DI VITA ED E’ VIETAO LA RIPRODUZIONE/CONDIVISIONE SENZA INSERIRE IL LINK ORIGINARIO E LA FONTE.

 

Condividi!

Related Posts

SEMPLICEMENTE VERDURE LATTOFERMENTATE, secondo ME ♥︎🥦🍋🥒

SEMPLICEMENTE VERDURE LATTOFERMENTATE, secondo ME ♥︎🥦🍋🥒

  Tempo di preparazione: 1 ora e da 5 a  15  giorni per la fermentazione in vasetto. Difficolta’: bassa. Note sugli ingredienti Scegliere verdure di stagione. Si possono sottoporre a questo procedimento: cavoli, ravanelli, rape, zucchine, carote, daikon, cipolle, peperoni, cetrioli(queste le più comuni). Le […]

Condividi!
I Gemelli diversi: Maionese con kombucha vegana e classica

I Gemelli diversi: Maionese con kombucha vegana e classica

    La maionese di kombucha e’ una sana alternativa a quella acquistata al supermercato. Non solo e’ priva di conservanti, additivi, coloranti e grassi idrogenati ma e’ un ricco pro-prebiotico. Puo’essere abbinata a secondi piatti di pesce e carne o semplicemente può fare da […]

Condividi!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top