di Mara Donchi

Modalità Assunzione

Evitate l’assunzione di kombucha la sera se utilizzate come base il te’per il suo contenuto di teina.

Importante sempre iniziare con cautela per lasciare al corpo il tempo di abituarsi alla nuova cura. Il consiglio è di cominciare con una tazzina da caffè’ la mattina appena svegli, per poi passare a due/tre tazzine nei primi due mesi da distribuire durante l’arco della giornata sempre lontano dai pasti ( l’acido acetico interferisce con l’assorbimento dei nutrienti  e la digestione in generale ).

Non sarebbe corretto da parte mia dare altre indicazioni riguardo al quantitativo massimo di bevanda da bere giornalmente, in quanto non e’ pensabile che una donna di 40 chili possa berne come un uomo di 80. Sappiatevi ascoltare, ricordando che la kombucha, come tutte le bevande fermentate, non sono da ritenersi sostituti dell’acqua.

Ognuno di noi e’ un individuo a se e come tale reagisce alle cure in maniera diversa e ha bisogno di quantità diverse di nutrienti per arrivare ad ottenere un determinato risultato.

Se soffrite di reflusso o gastrite o ulcera fate molta attenzione e non affidatevi a persone che non siano medici. Possono esserci altri disturbi legati a queste patologie per le quali la kombucha puo’ non essere adatta. Se volete comunque provare lasciatela in fermentazione solo 3/4 giorni, bevetene una sola tazzina e in questo caso durante il pasto ( non se mangiate carboidrati o cibi amidacei, preferibilmente durante il pasto più’ povero).

 

SalvaSalva

SalvaSalva

Condividi!

Top