Campi applicazione

 

Vieni a introdurre i FV nella vita di tutti i giorni

Innumerevoli sono i campi d’uso dei nostri fermenti oltre alla possibilita ‘, per quanto detto, di assumerli.
I FV destinati ad uso esternativo o domestico e per curare i nostri amici a 4 zampe possono essere pronti anche in pochi mesi di fermentazione. Nello specifico, ci permettono di sfuggire all’utilizzo di germicidi, disinfettanti, cicatrizzanti. Essi svolgono un’azione riequilibrante sul microambiente della pelle.
Se abbiamo disponibili madri fervida possiamo applicarla, dopo essiccarli lontano dalla luce diretta del sole, come cerotti.

 

Cerotto Fervida

 

Altri possibili utilizzi per la cura della persona 

 

-Applicati puri su cicatrici, ustioni, edemi

-Applicati
puri o poco diluiti sulla pelle in caso di eritemi, eczemi, dermatiti, psoriasi

-Diluiti 10 ml per litro di acqua per effettuare
lavande vaginali

-Spruzzati diluiti nel naso in caso di disturbi all ‘ apparato respiratorio (asma, reni)

-Nell’areosol in caso di raffreddori persistenti, anche a scopo preventivo

-Mezzo bicchiere in acqua della vasca da bagno con effetto rigenerante, tonificante e rilassante (molto dipende dal tipo di fv utilizzato)

-Per pediluvio diluiti 20ml per
litro

-Come lozione per capelli rinforzante e anticaduta spruzzati puri o diluiti 50/50 (con aceto non pastorizzato o acqua demineralizzata)

-Come conservante per creme e lozioni cosmetiche poche gocce (verificare la tollerabilità sul collo prima di applicare)

-Come fissante dell’hennè

-Diluiti in un bicchiere per fare gargarismi

-Applicati sull’herpes labiale 3 o 4 volte al dì finchè non  scompare (l’assunzione fa ‘in modo che compaia sempre piu’ raramente)

-Applicati in loco puri dopo estrazione di denti o infiammazioni gengivali

 

I fermenti di vita in cucina  

 

-Possiamo metterli negli impasti di pane e pizza per rendere i nostri prodotti da forno più digeribili e ricchi di principi nutritivi

-Con le madri FV possiamo creare una pasta madre da utilizzare nei nostri impasti

-Possiamo aggiungerli ad estratti e succhi

-La frutta fermentata puo’ essere messa nell’estrattore oppure aggiunta nella seconda fermentazione di kombucha, kefir di latte e tibicos
-Possono essere utilizzati per condire insalate di verdure, di pasta e tutto cio’ che richieda aceto

-Con le madri FV si possono fare delle marmellate a freddo frullandole semplicemente con il miele o altri dolcificanti naturali come la pasta di dattero

Possono essere utilizzati per fare il rejuvelac (durante la fermentazione dei germogli)

-Possono esssere inseriti nell’acqua d’ammollo dei germogli o dei legumi in generale

-Possono mantenere il pH dell’acqua tibicos basso  per evitare che si creino muffe

 

Pulizie generali dell’ambiente 

 

Tutto ciò che viene pulito con i FV è sgradito agli inetti perché le condizioni che creano non sono favorevoli ai processi degenerativi e putrefattivi. Parte del potere detergente dei microrganismi è dovuta alla possibilità, disciolti in acqua, di penetrare più in fondo nello sporco.

Noci Saponine

Diventa quindi indispensabile tenere con noi uno spruzzino con interno FV diluito o puro a seconda dell’utilizzo desiderato. Il FV diluito va usato in breve tempo e non lasciato per giorni in spruzzino, in modo da evitare che si manifestino microrganismi patogeni che nell’acqua trovino un ambiente favorevole.
Meraviglioso il FV di noci saponine per l’elevato potere pulente.
Possiamo usarli con una diluizione di circa 30 ml per litro di acqua
(in molti casi preferisco non diluire).

-Spruzzati sui mobili della cucina, piani di lavoro, frigoriferi (attenzione alle superfici di marmo)

-Spruzzati come sgrassatore per fornelli della cucina

-Spruzzati sulle lenti per la detersione degli occhiali

-Spruzzati per la pulizia di vetri e infissi

-Spruzzati per la pulizia di piastrelle

-Messi nel bucato per la pulizia di pavimenti

-Spruzzati sulla  rubinetteria del bagno e della cucina

-Spruzzati per pulire l’interno della auto e la carrozzeria

-Spruzzati come rinfrescanti per tende e materassi

-Spruzzati per pulire in profondita ‘  armadi e scarpiere

-Spruzzati sulle incrostazioni di grasso sulla cappa (lasciare agire per qualche minuto)

-Inseriti nella vaschetta del detersivo in lavastoglie (dimezzare la quantita ‘di detersivo)

-Inseriti nella vasca del detersivo in lavatrice (attenzione a non usare fv che macchiano i tessuti)

-Inseriti nella vaschetta del ferro da stiro per evitare
incrostazioni

-Spruzzati sui vegetali in frigorifero per mantenerli piu a lungo

-Spruzzati all interno delle scarpe per eliminare i cattivi odori

-Inseriti nell ‘acqua di lavaggio di frutta e verdura

-Spruzzati sulla frutta e la verdura per mantenerla piu ‘a lungo

-Spruzzati su  pentole incrostate

-Inseriti nel serbatoio dell’acqua per togliere odori e prevenire la formazione di
incrostazioni

-Spruzzati per prevenire o togliere la muffa dai muri (attenzione a non usare fv che li potrebbero
macchiare )

-Inseriti all’interno di diffusori per diffondere un profumo piacevole nell’ambiente

-Messi all’interno di pitture murali aiutano a prevenire batteri patogeni e igienizzare l’ambiente (diluizione 50 ml per litro di pittura)

 

I fermenti di vita in agricoltura

 

Possono essere utilizzati con gran successo in sostituzione di diserbanti chimici e per nutrire il terreno. I microrganismi in esso contenuti una volta giunti a contatto con il terreno continueranno a proliferare.

Le loro secrezioni apportano, tra le altre sostanze, amminoacidi e le piante diventano piu’ resistenti alle malattie.
Saranno efficaci anche FV andati a male, blobbosi o ricottosi.
Le diluizioni da preferire sono alte ( 1:1000 ) per non rischiare di bruciare foglie,semi ecc. La cosa più importante è la frequenza con cui vengono effettuati i trattamenti, quindi è buona cosa bagnare ogni settimana.

Su foglie e frutti per allontanare parassiti, si consiglia di spruzzarli con diluizione anche piu’ basse (1:100, 1:200)  la sera e sciacquarli la mattina.

Il trattamento può essere effettuato anche in via preventiva e avrà efficacia per i sei mesi successivi all’applicazione.

 

Fermenti di vita nella cura dei nostri amici a 2 e 4 zampe

 

Un argomento a me molto caro e che merita di essere trattato con attenzione, è l’utilizzzo dei fermenti di vita per migliorare le condizioni di salute dei nostri animali.

E’ buona cosa introdurre i fermenti gia’ nei primi giorni di vita dei cuccioli, questo garantirà loro un sistema immunitario forte e sicuramente li aiuterà nella cura di parassiti e vermi intestinali. Importante procedere con dosi molto basse e fermenti equilibrati di almeno un anno.

Sconsigliati fermenti che contengono erbe o vegetali tossici per i nostri amici.

Informiamoci sempre prima su cio che è contenuto all’interno del fermentato.
Il fermento deve essere inserito nell’acqua o diluito in una siringa  e spruzzato direttamente nella bocca dell’animale. Meglio iniziare con una goccia se il cane è cucciolo o di peso che è inferiore ai sei chili. Se il cane è adulto,si va’ ad aumentare di due gocce a settimana fino ad arrivare a una goccia per chilo.

Come nelle persone così anche negli animali, il fermento rende l’organismo più forte e in grado di affrontare gli attacchi da parte di virus e batteri patogeni. La qualità di vita dei vostri animali migliorerà e avrete molto meno bisogno dell’aiuto del veterinario e di affidarvi alla medicina per sconfiggere disturbi vari.

Importante è lavorare in prevenzione.

Nel caso di patologie particolari, dovute a una predisposizione genetica dell’animale, è buona cosa iniziare subito con un fermento che abbia al suo interno un vegetale con proprieta’ fitoterapiche utili a debellare o ridurre i rischi d’insorgenza della malattia.

Io per esempio ho un cavalier king e, come molti di voi sapranno, è una razza soggetta a problemi e malattie cardiovascolari. Da mesi ho deciso di dare alla mia cagnolina un fermento di grande valore: FV di ganoderma, fungo dalle notevoli proprietà che viene prescritto come integratore anche da cardiologi professionisti in caso di patologie all’apparato cardiocircolatorio.

Il FV, proprio come accade per le persone, ci puo’ far eliminare i prodotti chimici spesso mal tollerati dalle nostre creature e anche da noi.

Alcune gocce possono essere inserite nell’acqua del bagnetto e funge da disinfettante.

Spruzzato alla fine del lavaggio fa da districante per i nodi e lucidante del pelo. Importante la sua funzione antiparassitaria.

Se spruzzato quotidianamente (meglio puro senza diluizioni), il fervida di neem o lavanda tiene lontane zanzare, pulci  e insetti in genere. Anche se decidiamo di affidarci a repellenti chimici il mio consiglio è di spruzzare sempre il fermento sul pelo prima di uscire a fare la passeggiata.

Il fermento di aglio, se dosato con molta cautela, può essere un valido antirepellente abbinato all’applicazione esterna. Ricordo le sostanze tossiche dopo essere state fermentate riducono il loro grado di tossicità e diventano maggiormente assimibili dall’organismo. Da non dare ad animali cuccioli o gatti. Io a mya nel periodo estivo ne somministro 3 gocce al giorno ( lei pesa sei chili).

Da spruzzare il fermento di vita almeno una volta a settimmana sulla cuccia o dove l animale dorme e mangia. Utilizzare i fermenti per lavare le ciotole.

Se seguiamo una dieta BARF, a base di carne cruda dobbiamo conservarla in frigorifero, possiamo spruzzare del fermento che ne garantira’ una maggiore conservabilità.

Se l’animale si ferisce o ha eritemi sulla pelle dovuti a scottature o intolleranze alimentari o altro potrete applicare il fermento puro sulla parte da trattare.

Applicare puro a seguito di punture d’insetto o altro.

Nel caso di infiammazioni perioculari applicare il
fermento su una garza e passarlo con delicatezza tre/ quattro volte al giorno

Nel caso di infezioni virali o infiammazioni   dell’occhio applicare almeno due volte al giorno le gocce di diamante (collirio di Pa Cheng invecchiato di 12 anni)

Nel caso di intolleranze alimentari, di cui spesso i cuccioli soffrono gia’ dai primi giorni di vita, affidarsi all’assunzione costante dei fermenti.

Mya fin dalla nascita non poteva mangiare carne  e nemmeno cereali, ora  a distanza di un anno non ha più le violenti reazioni allergiche che erano diventate abitudine ogni qualvolta mangiava qualcosa che non fosse pesce.

Se avete l’acquario potete mettere qualche goccia una volta alla settimana, questo purifichera’ l’acqua e sara’ un ottimo nutrimento per i vostri pesci.

Potete trattare gli animali della vostra azienda agricola.

In apicoltura i fermenti di vita diventano ottimi integratori per le nostre amiche api rendendole più resistenti e sane.

Consiglio sempre di abbinare a cure mediche i fermenti, come aiuto alla loro flora batterica intestinale.

Se l’animale dovesse avere reazioni di detonazione, sarà sufficiente interrompere l’assunzione finchè il sintomo non si abbassasse. Ricominciare con il dosaggio minimo.

Con l’utilizzo dei fermenti di vita migliorerete la tua e la loro qualità di vita.

 

BUONA SALUTE!

 

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Condividi!

Top