di Mara Donchi

ALMOND PREBIOS, kefir vegetale alle mandorle by ME

ALMOND PREBIOS, kefir vegetale alle mandorle by ME

 

 

Oggi vi  parlo del kefir di mandorle, valida alternativa al kefir di latte vaccino per tutte quelle persone che , per motivi etici, di salute o semplicemente di gusto vogliono escludere i prodotti animali dalla propria dieta.

I grani di kefir di latte si nutrono normalmente di lattosio, ne consegue che immersi in una bevanda vegetale sono destinati, in un tempo non prevedibile, a non riprodursi più. Certamente e’ possibile ottenere una conversione abbastanza stabile ( questo e’ stato dimostrato da una mamma che, per problemi di salute del figlio, in un anno ha convertito i propri grani alla bevanda di soia) se lo si fa in diversi mesi e utilizzando una percentuale variabile di latte animale e una di bevanda vegetale. Questo processo, e’ innegabile, richiede del tempo e per chi  non potesse utilizzare prodotti animali non sarebbe una strada percorribile per lunghi periodi.

Io voglio darvi un procedimento base, poi starà ad ognuno scegliere in quanto tempo eseguire questa trasformazione. Consiglio di tenere una scorta di grani in congelatore da per non rimanere senza.

ALMOND PREBIOS non sarà microbiologicamente ricco come il kefir di latte vaccino per ovvi motivi, ma sicuramente ha i suoi benefici se consideriamo le innumerevoli proprietà del latte di mandorla e voglio ricordare i diversi i successi ottenuti inserendolo all’interno di protocolli alimentari.

L’AP e’ un kefir piuttosto liquido soprattutto se la conversione verra’ fatta in pochi giorni. Il sapore e’ molto gradevole e poco acido adatto ai palati più difficili e ai bambini.

Vi riporto  il procedimento per autoprodurvi il latte di mandorle. Per chi avesse poco tempo, io consiglio di acquistare la bevanda provamel biologica, che io ho testato e che contiene una piccola percentuale di sciroppo di agave che aiuta i grani nella loro crescita.

 

PERCHE’ MANGIARE LE MANDORLE?

Le mandorle dolci e tutta la frutta secca in generale, hanno molteplici proprietà salutari riconosciute da molte ricerche e studi.

Le mandorle proteggono le pareti delle arterie, infatti e’ constatato che i flavonoidi in esse contenute lavorano in sinergia con la vitamina E, riducendo il rischio di malattie cardiache.

Il fosforo presente aiuta a costruire, mantenere e rinforzare ossa e denti.

Le mandorle forniscono grassi sotto forma di olii che aiutano anche nella perdita di peso.

Contengono inoltre  Riboflavina e L- carnitina, sostanze nutritive che stimolano l’attivita del cervello.

A causa di alimentazioni scorrette, quindi principalmente acidificanti, le persone si espongono al rischio di osteoporosi, una scarsa funzione immunitaria, un basso consumo energetico con un conseguente aumento di peso. Utilizzando regolarmente le mandorle e la frutta secca in generale, si concorre al riequilibrio del PH.

 

BEVANDA DI MANDORLE DOLCE AUTOPRODOTTO PER BASE ALMOND PREBIOS

Ingredienti

1 litro di acqua

200 grammi di mandorle dolci pelate

2 cucchiai di sciroppo d’agave

Procedimento

. Reidratare le mandorle in mezzo litro di acqua per 24 ore

. Inserire le mandorle nel boccale del Bimby o frullatore insieme allo zucchero e frullare alla massima potenza.

. Aggiungere il resto dell’acqua e lasciar riposare in frigorifero per due, tre ore.

.Filtrare separando il latte dalla polpa ( okara). Mantenere la bevanda in frigorifero per tre giorni.

Utilizzare questa bevanda come base per il vostro KEFIR DI MANDORLE.

Con l’okara potete preparare sfiziosi cioccolatini, biscotti e muffin.

 

ALMOND PREBIOS o KEFIR di MANDORLE

 

 

Ingredienti

✅30, 50 grammi di grani di kefir di latte in ottima salute

✅Latte vaccino Bio intero fresco

✅Bevanda di mandorle autoprodotta o Provamel bio ( vd foto) qb

 

Procedimento

. Mettere i grani in un vasetto di vetro di 300 ml e inserire 30 ml di latte di mandorla con 240 ml di latte vaccino ( fino a riempimento quasi completo del barattolo).

. Chiudere con tappo appoggiato, senza girarlo ( attenzione ad utilizzare un tappo integro).

. Filtrare dopo 24 ore ( mescolare a 12 ore delicatamente).

. Ripetere l’ operazione per quante volte lo ritenete opportuno. L’ obiettivo sarà aumentare gradualmente la quantità di bevanda di mandorle, considerando che più darete il tempo ai grani di adattarsi al nuovo ambiente e maggiore sarà la capacità di questa colturale di sopravvivere, per un tempo non determinato, al cambiamento.

Personalmente sto portando avanti una produzione a scopo terapeutico e i grani credono ad ogni filtraggio. Importante e’ scegliere grani inizialmente in salute e allevati sempre con ottimo latte intero fresco. Per avere un risultato stabile bisognerebbe arrivare a nutrire i grani per più di sei mesi con entrambe i latti, operazione questa sicuramente impegnativa.

 

Con Almond prebios si possono preparare deliziose ricette e  una deliziosa ricotta, ricavandone il siero e seguendo la procedura standard.

Per chi non avesse problemi con la soia, ricordo che Valeria Pastorelli ha grani di kefir che sono stati totalmente convertiti proprio seguendo una lunga  procedura.

 

Un ringraziamento speciale all’amico Lux Vigoni per il materiale informativo.

Per acquistare mandorle dolci non oliate e infarinate

http://seeed.it/index.php/prodotti/semi/mandorle-pelate.html

 

Buona salute!

❤️

 

Condividi!

Related Posts

I Gemelli diversi: Maionese con kombucha vegana e classica

I Gemelli diversi: Maionese con kombucha vegana e classica

    La maionese di kombucha e’ una sana alternativa a quella acquistata al supermercato. Non solo e’ priva di conservanti, additivi, coloranti e grassi idrogenati ma e’ un ricco pro-prebiotico. Puo’essere abbinata a secondi piatti di pesce e carne o semplicemente può fare da […]

Condividi!
SEMPLICEMENTE VERDURE LATTOFERMENTATE, secondo ME

SEMPLICEMENTE VERDURE LATTOFERMENTATE, secondo ME

Tempo di preparazione: 1 ora e da 5 a  15  giorni per la fermentazione in vasetto. Difficolta’: bassa. Note sugli ingredienti Scegliere verdure di stagione. Si possono sottoporre a questo procedimento: cavoli, ravanelli, rape, zucchine, carote, daikon, cipolle, peperoni, cetrioli(queste le più comuni). Le verdure […]

Condividi!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top