di Mara Donchi

BIANCOSPINO bacche (Crataegus oxyacantha) by lacucinadilux

BIANCOSPINO bacche (Crataegus oxyacantha) by lacucinadilux

ROSACEE

Le bacche di Biancospino sono i frutti di questi arbusti medio alti, che hanno spine lunghe e acuminate, e dove spesso gli animali selvatici trovano riparo o vi costruiscono i nidi. La bacca fresca varia di colore in base al livello di maturazione, da rosa a rossa. Come specie, il biancospino è nativo dell’emisfero settentrionale, soprattutto nelle regioni temperate dell’America settentrionale, dell’Europa e dell’Asia, ed è affine al Melo, Pero e Cotogno, tutte Rosacee.

Le bacche sono usualmente utilizzate nella preparazione industriale di bevande e caramelle, soprattutto nelle culture asiatiche, mentre in Nord Europa e in Nord America è comune lavorare i capolini ancora chiusi nelle preparazioni di gelatine o marmellate. Sconsiglio questa pratica in quanto deleteria per l’Habitat naturale, in particolare nelle zone che hanno subito problematiche ambientali quali siccità o alluvioni, o in zone ad alta densità abitativa o industriale e comunque mai nelle aree protette.  Il sapore risulta forte e persistente.

In termini di beneficio per la salute, questi frutti che ci dona il bosco, sono stati tradizionalmente utilizzati nella medicina Indiana, Cinese ed in altri paesi Asiatici, come un valido aiuto nella digestione o anche nella prevenzione  cardiovascolare, in quanto possiede la capacità di regolare la pressione sanguigna, ridurre l’ansia e proteggere il cuore fluidificando il sangue. In occidente sono stati gli studi e le ricerche di Jenning (1896) Clement (1898) e Leclerc (1897) a rendere Biancospino attenzionato alle case farmaceutiche per le proprietà indiscutibili e comprovate per insonnia e palpitazioni. Il prof. Leon Binet lo definiva “la Valeriana del cuore,  è uno dei nostri migliori antispasmodici sprovvisto di qualsivoglia tossicità” al contrario dei tranquillanti e lo utilizzava in un gran numero di affezioni cardiache e nervose.

Tonico cardiaco potente, Biancospino regola la circolazione sanguigna, agendo simultaneamente sul muscolo cardiaco e i vasi, attraverso il sistema nervoso.
Inoltre, contribuisce al miglioramento della salute delle vie respiratorie, riduce la gravità dei dolori al petto causati dagli attacchi di panico, Angina o problemi non trattati del Diaframma, migliora l’umore generale ed è utilissimo per le infezioni intestinali, in particolare quando vi sono presenti flogosi. Nel mio continuo peregrinare mi sono imbattuto in una bevanda fermentata particolare, fatta appunto da questi “Poires d’Oiseau”, molto simile al Sidro e che, con le opportune modifiche, è diventata una delle mie basi dove attingere Prebiotici potentissimi. Sono davvero molti i benèfici vantaggi che le persone possono ottenere dall’assumere queste bacche, e derivano principalmente dalla miscela di vitamine, sali minerali e composti organici conservati all’interno della bacca. Alcuni dei componenti più preziosi sono gli importanti livelli di vitamine del gruppo B, tra cui l’acido folico, così come la vitamina C, i Flavonoidi Vitexina e Rutina, Catechine, Saponine e vari Antocianine che agiscono come composti antiossidanti all’interno del corpo.

Vediamo il dettaglio: Vitamina C., Quercetina, Iperoside, Rutina, Vitesina ramnoside, Glicosidi, Procianidine oligomeriche (OPC) Epicatechina, Antociani e Proantocianidine  Saponine e Tannini, Cratetegina, Amine cardiotoniche, Feniletilammina, Tiramina, Isobutilammina, Ometossi feniletilamina, Colina e Acetilcolina, Adenosina, Adenina, Guanina, Acido caffeico, Amigdalin, Pectine, Acido uricolare, Oleonico e Crategolico. Ad un attento osservatore sarà quindi chiaro il perché questo arbusto è sempre privo di parassiti, e i frutti, a meno che non si trovi a strada o in zone inquinate, non siano attaccati da questi ospiti indesiderati. Ovviamente la scelta per Seeed.it è caduta su grandi bacche mature, da arbusti coltivati naturalmente e di una bellezza estrema.

 

Effetti collaterali

Le ricerche hanno evidenziato che gli estratti, al contrario delle bacche, potrebbero causare, in persone molto debilitate o con un sistema immunitario depresso, alcuni effetti collaterali che, fortunatamente, sono unici e specifici. Alcune persone possono avere problemi di acidità di stomaco, sudorazione, stanchezza, nausea, agitazione o vertigini, oppure mancanza di respiro, reazioni allergiche sulla pelle, battito accelerato e alterazioni dell’umore. Può interagire con i farmaci vasodilatatori e può potenziare o inibire le azioni di farmaci usati per l’insufficienza cardiaca, l’ipertensione, l’angina e le aritmie. E’ sconsigliato alle donne in gravidanza. Come sempre è meglio sempre parlarne con un medico, prima di utilizzare arbitrariamente Biancospino, e certamente sospenderne l’assunzione alla comparsa di una di queste problematiche.

 

PRINCIPALI BENEFICI

Gastrointestinale: ci sono diversi composti organici in biancospino che interagiscono con la nostra flora intestinale per migliorare tutto il sistema gastrointestinale. Su tutte la fibra, che migliora il nostro processo digestivo nel suo complesso, e concorre ad eliminare molti problemi, come costipazione, gonfiore, crampi o ulcere, in quanto nutre specifiche tipologie batteriche buone a discapito di quelle cattive e invadenti. Queste specifiche bacche, in associazione con altri fitoterapici, sono risultate utili per eliminare eventuali infezioni intestinali, comprese le parassitosi (ndr. osservazioni personali). Inoltre ho appurato che, una volta utilizzate per la preparazione individualizzata, è possibile essiccarle oppure fermentarle in abbinamenti, per ottenere ulteriori preparazioni salutari. Come sempre sarò a disposizione per i clienti Seeed.it, in quanto i risultati dipendono molto dai tempi di infusione e dagli obbettivi che si vogliono raggiungere.

 

Dolore toracico: il nome formale per i dolori toracici è Angina e, sebbene non siano sempre indicativi di un attacco di cuore, possono essere estremamente dolorosi. Se si soffre di Angina, si deve ovviamente informare un medico, in quanto questa problematica può, spesso, segnalare un serio problema cardiovascolare. Tuttavia, le bacche di Biancospino possono significativamente ridurre il dolore, come hanno fatto per migliaia di anni nelle medicine tradizionali. Averle a portata di mano in attesa del riscontro medico è certamente un pronto soccorso da non sottovalutare.

 

Cuore: c’è una buona ragione per cui Biancospino è riconosciuto, sia nella medicina tradizionale che nella medicina moderna, per il suo impatto positivo sul cuore; concorre alla riduzione delle probabilità di sviluppare problematiche cardiovascolari, aumentando la resistenza, l’energia ed eliminando l’affaticamento dell’organo. L’ampia lista di composti organici, saponine, catechine e altri antiossidanti benefici presenti in questi piccoli frutti, lo rendono un’arma molto potente contro i radicali liberi, molto pericolosi, come sappiamo, che contribuiscono a diminuire la salute del nostro cuore.

 

Pressione sanguigna: biancospino è uno di quei fitoterapici che non necessariamente aumentano o abbassano la pressione sanguigna. Se la pressione sanguigna è troppo alta o troppo bassa, Biancospino è in grado di stabilizzarla nel sistema, in base alle tue caratteristiche, rendendolo prezioso a chi ha problematiche di ipotensione o ipertensione.

 

Sistema immunitario: oltre agli antiossidanti che eliminano le tossine pericolose dal corpo, la vitamina C contenuta nel Biancospino, aumenta l’attività dei globuli bianchi con beneficio generale per la salute.

 

Ansia e problemi emotivi: questo è uno degli utilizzi più controversi di Biancospino, ma in molte medicine tradizionali è stato utilizzato per talune condizioni psicologiche, tra cui lo stress, l’ansia e persino la depressione. Molto spesso viene utilizzato per persone che recentemente hanno avuto una delusione amorosa, una perdita di un membro della famiglia, etc., in quanto, enzimaticamente, si è scoperto che può avere un impatto benefico sui nostri livelli ormonali, che spiegherebbe il perché tante culture del passato, lo utilizzavano in questi casi!

 

Livelli di energia: è noto per espandere i vasi sanguigni coronarici, che consentono di trasmettere più sangue al corpo, portando l’energia ad un livello più elevato. Quando tutte le parti del nostro corpo sono adeguatamente ossigenate, le nostre attività cognitive migliorano, i livelli di energia aumentano e il nostro metabolismo è in grado di lavorare sempre a livelli ottimali.

 

Per approfondimenti

https://lacucinadilux.com/2017/09/07/biancospino-bacche-crataegus-oxyacantha/

 

Per l’acquisto delle bacche

http://seeed.it/index.php/biancospino.html

 

Buona salute!

 

 

Condividi!

Related Posts

TARASSSACUM OFFICINALE by lacucinadilux

TARASSSACUM OFFICINALE by lacucinadilux

Tarassacum officinale detto anche Dente di leone, Soffione, Cicoria selvaggia. Storicamente viene utilizzato per il trattamento di febbri, problemi agli occhi, diarrea, ritenzione di liquidi, congestione epatica, bruciore di stomaco, vari problemi della pelle, ma soprattutto come tonico per il fegato. Base fondamentale per la […]

Condividi!
LA MAGICA NOTTE DI SAN GIOVANNI …..

LA MAGICA NOTTE DI SAN GIOVANNI …..

    Il 24 giugno è la notte di San Giovanni, da sempre considerata una notte magica, che segue il solstizio d’estate quando il sole è al suo apice e imprime forza e vigore alla natura e alle sue creature. È un momento magico, in […]

Condividi!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top