di Mara Donchi

LA MALATTIA SECONDO…. ME

LA MALATTIA SECONDO…. ME

Post del  7 agosto 2017 dal gruppo Facebook:

Fermenti di Vita, kefir, kombucha

La malattia: il coraggio di viverla, superarla, benedirla.

“Buongiorno anime amiche…oggi voglio fare il punto della situazione mia e del gruppo, oggi dopo due mesi e mezzo di viaggio in solitaria in giro per l’Italia.
Il post e’ lungo ma salvatelo se non avete tempo di leggerlo ora, perché e’ importante per capire il mio punto di vista.

“Se starò bene allora continuerò a seguire quella dieta”.
“Se si libereranno degli spazi nella mia giornata allora lo farò”.
“Se lui fara’ così allora anch’io prenderò questa scelta”.
Questi sono solo alcuni dei nostri “metodi comodi” che adottiamo nel prendere decisioni per toglierci ogni responsabilità, dimostrando all’Universo la nostra “non voglia” di farcela e il nostro “non coraggio”.

Facciamo un passo indietro.

Molti di voi sanno che io esco da una malattia chiamata anoressia (seguita da anni di bulimia e depressione) che io definisco “disease of the soul” ovvero la “malattia dell’anima” per eccellenza.
Cosa significa questo?
Significa che e’ prima di tutto un malessere che colpisce dentro, prima di manifestarsi chiaramente nel corpo con la magrezza e con miliardi di disturbi e patologie ai vari organi malnutriti per periodi prolungati.
Dimostrazione ulteriore di quanto dico, e’ che anche quando si prende peso e fisicamente si sta meglio, in realtà non si e’ guariti…forse non lo si e’ mai veramente.
Quindi e’ inutile cercare di curare questo disturbo con la pillola, ma bisogna lavorare sull’anima della persona partendo dall’ambiente sociale e famigliare in cui vive.

Perché dico questo?

L’universo mi vuole qui oggi perché anch’io con la mia esperienza possa trasmettere qualcosa a voi, Anime amiche, che siete qui per passare del tempo in serenità e per cercare delle risposte.
Io mi rendo conto che internet e’ un mezzo indispensabile, ma purtroppo al giorno d’oggi ci sono tantissime informazioni e tutte contrastanti che ci creano una gran confusione.
Io leggo e quando leggo ho l’impressione che si parli della stessa cosa, ma in termini completamente diversi … e quindi?

Oggi mi chiedo :” Io Mara Donchi che ci sto a fare qui in questo mare di informazioni, professionisti e convinzioni?
Io Mara che alla fine sono uscita dal mio male da sola…. che ci sto a fare qui?
Che senso ha avuto questo viaggio per ME?

Io sono qui per dire che la malattia e’ una benedizione e se dimostriamo con l’impegno e la voglia di farcela di volerne uscire l’Universo ci darà le soluzioni… la nostra soluzione.
La malattia e’ in primis un malessere dell’Anima che sta chiedendo aiuto a TE, occupato a destreggiarti nella realtà di tutti i giorni e che hai perso di vista ciò che sei e ciò che vuoi veramente.
Sembro troppo poetica?
Per molti di voi sara così …ma non importa perché alcuni invece vivranno le mie parole e le faranno loro.
La malattia e’ l’Anima che chiede aiuto e manifesta nel corpo i suoi disagi.
Per guarire abbiamo bisogno di dimostrare il nostro coraggio mettendoci in gioco.
Usciamo dalle nostre zone di comfort.

Io ho sempre cercato risposte e non mi sono mai chiesta come farò …. il come si e’mostrato durante il percorso di ricerca.

Così sono arrivata ai fermentati, a scoprire l’importanza dell’intestino e a conoscere persone che a loro modo stanno dando un grande contributo a tutti noi.

Prima di tutto c è stata la voglia di farmi del bene… ho riacquistato sicurezza in me stessa.. questo e’ stato il primo passo verso la guarigione.

Proprio un anno fa ho scoperto Paolo Mainardi, un anno dopo mi sono ritrovata infiltrata a un un suo congresso, ho conosciuto Sandro Santolin, Francesco Iannibelli, Barbara Chiarulli, Alessandro Benvenuti Eugenio Luca Gatti e ultimo ma non ultimo Lux Vigoni…
Ecco le mie fatiche hanno portato i loro frutti…
7000 chilometri di strada percorsa da sola senza aspettiva alcuna mi hanno portato fin qui.

Sono confusa e felice di dirvi che prenderò ciò che di buono ho scoperto di ognuno di loro e me lo vestirò addosso come abito.. perché non esiste la pillola universale, ma credo fermamente nell’individualità della cura.

Cosa posso dire alla fine di questo viaggio che a questo punto dico non finirà qui?
Partiamo dalla testa, dimostriamo impegno e fiducia nella vita che ci darà le nostre risposte.
Ricordiamoci che l’intestino e’ “l’organo per eccellenza”.
Curiamolo, proteggiamolo e alleniamolo.

Lux vigoni, mi hai chiesto di essere meno filosofa e pubblicamente ti chiedo scusa ma questo fa parte di ME ☺️
Certo e’ che ti prometto impegno.
Capisco che il mio modo di vivere la malattia non appartiene a tutti, ma credo possa essere complementare a un metodo medico scientifico di affrontare l’argomento e per niente in disaccordo.

Ho bisogno di curare ancora il mio corpo e con questo viaggio che e’ stato prima di tutto una riscoperta di ME, ho dimostrato all’Universo di volercela fare, per questo mi ha fatto incontrare le persone che saranno la mia strada alla guarigione.

Fermenti di Vita cresce con me e con noi.
Da oggi voglio dare la possibilità a tutti di postare ricette semplici e sane anche se non c ‘entrano con la fermentazione.
Qui voglio che si parli, si viva e si respiri benessere.

Grazie alla mia malattia per dove mi ha portata, grazie a voi che avete deciso di proseguire con me, grazie alle persone tutte che ho nominato e alle mie amiche del 💖

La mia vuole essere una dichiarazione d’Amore nei confronti della vita e di coloro che con il loro talento hanno come obiettivo la salute del prossimo .

Io farò del mio meglio per quello che so e che sono.

Vi voglio bene, grazie.

❤️

La vostra admin ”

 

 

[contact-form][contact-field label=”Name” type=”name” required=”true” /][contact-field label=”Email” type=”email” required=”true” /][contact-field label=”Website” type=”url” /][contact-field label=”Message” type=”textarea” /][/contact-form]

Condividi!

Related Posts

ASSE INTESTINO-CERVELLO PROTOCOLLO  MAINARDI by Francesco Iannibelli

ASSE INTESTINO-CERVELLO PROTOCOLLO MAINARDI by Francesco Iannibelli

“Oltre il 70 % delle visite dal medico sono dovute a problemi digestivi . Dei 10 farmaci più prescritti ogni anno, 4 sono per problemi digestivi.” La causa di molte malattie, quasi tutte credo, risiede nel nostro intestino, infatti quando il nostro microbiota si altera […]

Condividi!
PrimusPane

PrimusPane

Sandro un giorno mi ha scritto: “Hai notato che una volta fermentati gli alimenti si assomigliano e naturalmente migliorano” Certamente il pane Primus esteticamente parlando e non solo e’ l’esempio di come un alimento semplice come una pagnotta possa diventare, nelle mani della persona giusta, […]

Condividi!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Top